Pavimenti in Legno per gli Esterni

Siamo solitamente abituati a parlare del legno come di un materiale ideale per le pavimentazioni quando trattiamo del classico parquet utilizzato per pavimentare i nostri ambienti interni. In realtà il legno può essere utilizzato senza alcun tipo di difficoltà anche per pavimentare gli ambienti esterni della nostra abitazione, sia i giardini che i balconi, ed offrire così un calore davvero meraviglioso ed un’intensa eleganza. I pavimenti in legno sono la scelta ideale anche per creare dei pavimenti rialzati rispetto al resto del giardino, pavimenti ancora più eleganti e senza dubbio molto ricercati che possono anche essere in possesso di un paio di scalini di accesso.

Pavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli EsterniPavimenti in Legno per gli Esterni

Il legno ovviamente deve però essere opportunamente trattato affinché possa resistere sotto il peso delle intemperie giorno dopo giorno. In realtà non solo il vento, il ghiaccio, la neve e la pioggia devono essere considerati dei nemici per le pavimentazioni in legno ma anche i raggi diretti del sole e il salmastro che possono arrivare ad intaccare il colore e a far marcire l’intera struttura. Ecco allora che per i giardini è sempre consigliabile scegliere dei legni trattati con appositi prodotti protettivi ed impermeabilizzanti oppure scegliere dei legni di origine asiatica caratterizzati proprio dal fatto di essere ultra resistenti. Tra i legni di origine asiatica che vengono maggiormente utilizzati dobbiamo sicuramente ricordare il teak, un legno dal colore dorato rossastro assolutamente eccezionale che è naturalmente rivestito da una resina protettiva. Il teak, proprio per queste sue caratteristiche, viene sfruttato anche per la realizzazione di mobili e sedute per il giardino. Oltre al teak vengono spesso utilizzati anche il legno di ipé, il jatobà e il cumarù.

Dobbiamo ricordare anche di non scegliere mai legni troppo duri per la realizzazione delle pavimentazioni esterne. Con i cambiamenti bruschi di temperatura questi legni possono infatti rompersi in modo irrimediabile. I legni morbidi invece riescono ad essere flessibili e a modificare la propria struttura con il cambio della temperatura e quindi non si possono in alcun modo rompere.

Scegliendo legni di questa tipologia caratterizzati da un elevato grado di resistenza è ovviamente possibile anche pavimentare in legno le zone a bordo piscina senza alcun tipo di difficoltà rendendole ancora più belle di quanto già non siano.

Il legno può ovviamente essere abbinato a qualsiasi giardino e a qualsiasi stile di arredamento da quello classico a quello ultra moderno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi