Come tenere il Prato Verde

Affinché un prato possa considerarsi veramente bello deve essere ben curato, rigoglioso e verde. Un bel coloro uniforme e brillante è infatti capace di far apparire un semplice prato un luogo pieno di salubrità e ancora più rilassante. I prati poco curati e caratterizzati da colori spenti invece sono luoghi poco allegri e capaci di creare ansia piuttosto che una sensazione di benessere. Affinché un prato però sia così sano e rigoglioso è importante piantarlo nel modo adeguato e una volta cresciuto curarlo costantemente.

Come tenere il Prato VerdeCome tenere il Prato VerdeCome tenere il Prato VerdeCome tenere il Prato VerdeCome tenere il Prato Verde

Prima di piantare il prato il terreno deve essere preparato. I diserbanti sono in questa fase degli aiuti più che validi per eliminare tutte le erbacce presenti su un terreno ponendo però bene attenzione a non danneggiare le piante e gli alberi presenti. Dopo aver passato il diserbante il terreno deve anche essere pulite da sassi e detriti meglio se lavorato contestualmente con una zappa. La lavorazione del terreno dovrebbe preferibilmente andare abbastanza in profondità almeno a circa una ventina di centimetri in modo che sia possibile eliminare anche i detriti eventualmente nascosti. Il terreno poi deve essere livellato , concimato e innaffiato.

Il terreno poi deve essere seminato in modo uniforme. Affinché sia possibile ottenere un’uniformità maggiore è meglio cospargere i semi in ogni verso. Il terreno poi deve essere compattato e nuovamente innaffiato. Non dobbiamo dimenticarci che i periodi migliori per la semina del prato sono la primavera e l’autunno.

Se pensate che questa tipologia di operazione sia troppo lunga è sempre possibile optare per le zolle o i rotoli di prato già pronti che devono solo essere posizionati sul terreno pulito e poi innaffiati.

Una volta ottenuto il prato perfetto esso però deve anche essere mantenuto. La parte più importante della manutenzione è senza dubbio l’irrigazione. In estate e in autunno è consigliabile irrigare il parto una volta al giorno mentre in primavera e in inverno il prato può essere irrigato anche soltanto una volta alla settimana. Un volta alla settimana sarebbe inoltre opportuno provvedere a tagliarlo in modo che non solo sia esteticamente più bello ma in modo anche che possa crescere ancora più sano e rigoglioso. non dobbiamo mai dimenticarci inoltre di rastrellarlo durante i periodi della caduta delle foglie. Periodicamente è anche possibile concimarlo per offrirgli gli elementi di cui ha bisogno per una crescita ottimale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi